Inaugurato il nuovo ufficio del Comitato Pollicino

Foto di gruppo per l'Associazione Pollicino (Luca Mares - GOBelluno.it)
Foto di gruppo (L. Mares - GOBelluno.it)

BELLUNO – Molti i presenti che sabato mattina si sono ritrovati davanti all’ufficio dell’Associazione Comitato Pollicino Onlus per l’inaugurazione della nova sede che, da via San Giuseppe, si è trasferita in via Simon da Cusighe al numero 35/D a Belluno.

L’atto di benedizione è stato svolto da don Giuseppe De Biasio, parroco della comunità di Cadola e amico dell’associazione fin dai primi mesi di attività.

Tra le autorità presenti, anche il sindaco del Comune di Belluno Antonio Prade che ha portato i saluti ed ha aggiunto che «se è vero che una realtà è valida se si vedono i frutti, mi pare che oggi qui vediamo i frutti».

Poi la volta di Roger De Menech, sindaco del Comune di Ponte nelle Alpi, che ha aggiunto che «per la cittadinanza pontalpina il  Pollicino è un orgoglio».

E non sono mancati gli elogi di Giorgio Zampieri, presidente del Comitato d’Intesa e del Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Belluno, che ha salutato i presenti aggiungendo che «sono sodalizi come l’Associazione Pollicino ad essere punto di riferimento e di orgoglio per tutto il mondo del volontariato della Provincia di Belluno».

L’inaugurazione ha avuto inizio alle ore 11 di sabato 5 maggio ed ha accolto i molti presenti fino alle ore 14 con un buffet preparato per l’occasione dalle “pollicine volontarie”.

«Un grazie a tutti i presenti e in particolare ai volontari che hanno sempre creduto in noi – ha aggiunto Morena Pavei, presidente dell’Associazione Pollicino – un grazie a chi opera sempre nell’aiutarci e a chi giornalmente lavora affinché il nostro ufficio sia aperto e funzionante».

Tra i presenti anche Florentina Presecan, la direttrice della Casa Alloggio Pollicino che a Petrosani ospita circa 75 bambini tra portatori di handicap e bambini di strada.

«E’ stata un’inaugurazione speciale – commenta Enrico Collarin, segretario del Comitato Pollicino – perchè abbiamo avuto il piacere di avere attorno a noi molte persone che ci affiancano nel cammino che annualmente portiamo avanti, a partire dai volontari, fino agli alunni del Catullo che d’estate vengono ad operare per quindici giorno nella nostra casa in Romania».

L’ufficio è aperto regolarmente tutte le mattine e nei prossimi giorni verrà definito e pubblicizzato l’orario definitivo delle aperture, con l’inserimento anche di un paio di pomeriggi. (Fonte GOBelluno.it)

[nggallery id=5]